Colore e Inverso

 

Al contrario di R e N, le chances C e I, possono subire delle variazioni percentuali dipendenti dalla composizione del mazzo. Tali differenze si manifestano solo in residui con poche carte (max 20-30). In caso contrario l'equiprobabilità delle chances è assoluta.

 

Vediamo un esempio "estremo" di una residuo di mazzo in cui il vantaggio di una delle chances è evidente.

Rimangono nel mazzo sette 10 e un un 3. Il 3 può disporsi ovviamente in 8 posizioni diverse, tutte equiprobabili. Vediamo di seguito queste posizioni, con i punteggi e i risultati del colpo: 

Vediamo cosa succede IN OGNI CASO.

 

Nel 1° caso vince C

Nel 2° caso vince I

Nel 3° caso vince I

Nel 4° caso vince I

Nel 5° caso vince C

Nel 6° caso vince C

Nel 7° caso vince C

Nel 8° caso vince C

 

Su 8 casi, 5 vedono la vincita di Colore e solo 3 quella di Inverso!!

Si tratta quindi di un vantaggio matematico del 25%! 

 

Provi il lettore, se ne ha voglia, ad invertire i colori..........

Ovviamente ci sono altri casi in cui si possono ottenere dei vantaggi uguali e altri casi in cui si possono ottenere buoni vantaggi anche se non altrettanto elevati.

Purtroppo tali casi, già di per se rari, sono stati mortificati dall'usanza di bruciare le prime 5 carte.......In ogni caso, anche in questo caso (carte bruciate), talune composizioni residue forniscono il vantaggio matematico.

 

Un esempio?

Un A Nero

Un 2 Nero

Un 3 Nero

Un 4 Nero 

Tre 8 Rosso

Tre 9 Rosso

Otto 10 Rosso

Totale residuo 18 carte

% Vincita Colore: 51%

% Vincita Inverso: 39%

% Pareggio 31: 2%

% Pareggio altri totali: 8%

E tutto questo anche se si bruciano 5 carte!

Il problema è però rappresentato dal fatto che le occasioni di gioco sono veramente poche ed i vantaggi, tranne casi particolari come il su scritto, sono veramente esigui. 

Ciò rende una ipotesi di speculazione veramente ardua!